Salone del Mobile 2019, le date

L’edizione numero 58 del Salone Internazionale del Mobile si svolgerà presso il quartiere Fiera Milano a Rho, da martedì 9 a domenica 14 aprile 2019. In concomitanza con il Salone del Mobile 2019 sono in programma anche le biennali Workplace3.0, ovvero il salone dedicato all’ambiente di lavoro ed Euroluce, il salone dell’illuminazione.

Salone del Mobile 2019, il tema

Nell’anno delle celebrazioni del genio di Leonardo, il Salone del Mobile arricchisce il suo Manifesto con un nuovo termine: “ingegno”. E proprio questo tema è fortemente collegato al dna del Salone del Mobile e delle aziende, dei brand e dei designer che ne hanno decretato il successo.

L’edizione 2019 del Salone del Mobile vedrà nascere anche un nuovo percorso espositivo trasversale dedicato ai prodotti di design e alle soluzioni decorative e tecniche del progetto d’interni. Si tratta di S.Project, uno spazio poliedrico le cui chiavi di lettura saranno multisettorialità, sinergia e qualità. Per quanto riguarda il 22º SaloneSatellite nei padiglioni 22-24, il tema di quest’anno sarà “FOOD as a DESIGN OBJECT”.

Fuorisalone

Brera, Tortona, Bovisa, Isola, 5vie e Distretto diffuso. Saranno diverse le zone di Milano che ospiteranno il Fuorisalone che animerà le vie di Milano dall’8 al 14 aprile, proprio in concomitanza con il Salone Internazionale del Mobile. Sono previste anche alcune sorprese con palazzi storici e strutture riqualificate che apriranno i battenti proprio per questa occasione.

Eventi

Da segnalare anche alcuni imperdibili eventi organizzati dal Salone del Mobile. Il primo, dal 6 al 14 aprile, è “AQUA. La visione di Leonardo” nel cuore di Milano, all’interno della Conca dell’Incoronata. Qui verrà creato un vero e proprio innesto architettonico come uno specchio d’acqua, per coprire la conca, al cui estremo un grande schermo a LED diventerà una finestra sulla Milano del futuro mostrandoci uno skyline mutevole a seconda del momento della giornata.

DE-SIGNO”, invece, ospiterà al Padiglione 24 uno show di immagini e musica in cui si racconterà la progettualità di Leonardo e l’industriosità delle botteghe e delle officine rinascimentali in relazione al saper fare e al progettare delle imprese del design contemporaneo: tutto nel segno italiano della cultura della bellezza.

Fonte dell’articolo: idealista.it

Scroll Up